Peste Suina Africana - Indicazioni operative macellazione domestica

Published on 25 January 2022 • Agricoltura , Ambiente

Negli ultimi giorni in Piemonte e in Liguria sono stati segnalati diversi casi di Peste Suina Africana fra i cinghiali selvatici. Il territorio dell’Asl At non è toccato direttamente ma è adiacente alla “zona infetta” che comprende 78 Comuni in provincia di Alessandria e 36 fra le province di Genova e Savona. La Peste Suina Africana non si trasmette all'uomo, dunque non ci sono rischi per la salute delle persone e il consumo di carne non comporta alcun pericolo. Colpisce però maiali e cinghiali e spesso è mortale. Inoltre il virus può resistere per mesi nell'ambiente, sui materiali, persino nel cibo: gli allevamenti di suini sono quindi a forte rischio e sono tenuti al massimo rispetto delle misure di biosicurezza. Anche i cittadini sono chiamati ad adottare precauzioni: non lasciare in luoghi aperti avanzi di cibo e avvisare subito Asl e Forze dell'Ordine se si avvista una carcassa di cinghiale.

In allegato la circolare ASL servizio Veterinario relativa alle indicazioni operative per i casi di macellazione domestica di suini, che devono essere STRETTAMENTE seguite: in particolare si segnala che le macellazioni domestiche ad uso familiare sono consentite soltanto ove il Servizio Veterinario sia preventivamente avvisato almeno 48 ore prima.

L'amministrazione Comunale

Prot-5106-5109-del-24-01-2022a569190
Attachment format pdf
Download